VIAGGI GLUTEN FREE: IBIZA

Ibiza è diventata una tappa fissa per me.

Una fuga alla ricerca di energie nuove, di luoghi selvaggi e di relax al sorgere e al calar del sole.

Sono sicura che anche voi, come me prima di visitarla, immaginate Ibiza come un luogo commerciale, ricco di discoteche, caos e movida.

Questo è quello che vediamo normalmente sui social ma la realtà di quest’isola è molto diversa ed è quella che voglio raccontarvi.

Per anni non ho preso in considerazione l’isola per le mie vacanze proprio perché la immaginavo come una gigantesca festa a cielo aperto e da persona che ama la calma e la quiete non faceva sicuramente per me.

Poi ci sono stata per la prima volta e da lì me ne sono innamorata.





L’isola è ENERGIA, davvero.

La sentirete sulla sabbia, nei suoi campi aridi e nei suoi boschi fitti e selvaggiamente verdi.

La sentirete la sera camminando nelle piccole cittadine e nei mercatini quando vi avvicinerete alle persone più anziane che vivono ad Ibiza da decenni.

È un luogo che va scoperto con delicatezza e che si aprirà a voi con le sue meraviglie solo se ne avrete rispetto.

Ora entriamo nel dettaglio delle cose da vedere e da fare (secondo me):

  • Ideale per ogni tipo di viaggio: da sol*, con la famiglia, in compagnia, con la dolce metà.

Ci sono luoghi adatti ad ogni tipo di esperienza: spiagge tranquille e incontaminate dove poter stare in tranquillità assoluta, spiagge facilmente raggiungibili con bar e minimarket a due passi per chi ha bambini piccoli, locali di ogni tipo e dimensione, eventi giornalieri da vivere con chiunque sia con voi.

E poi le esperienze! Dai tour in mongolfiera, allo yoga sulla spiaggia al tramonto fino ai bike tour alla scoperta delle zone più segrete dell’isola che vi lasceranno senza fiato.

Io e Sebastian abbiamo fatto quest’ultima e nonostante io in bici sia veramente pessima sono felicissima di averlo fatto e ne porterò il ricordo con me per sempre.

  • Minimo di giorni per poterla apprezzare a pieno: 4/5

È un’isola piccola quindi a meno che non abbiate voglia di restare più tempo (e fareste bene) potete assaporarla a pieno anche in meno di una settimana.

Fatevi un piano d’azione e segnatevi con cura tutte le cose che volete vedere assolutamente.

Io qui ne segnerò molte ma ce ne sono tantissime altre!

  • Modo migliore per soggiornare: Appartamento con servizio di pulizia

Io ho soggiornato ai Granada Apartments che Sharewood ha selezionato per me e ne sono rimasta incantata.

Si trovano a Portinatx, la mia cittadina preferita nel nord dell’isola e hanno il servizio di pulizia due volte a settimana, la cucina, una piccola veranda/balcone, una piscina deliziosa in comune e un ambiente famigliare che vi farà sentire davvero a casa.

Gli hotel a Ibiza sono davvero dispendiosi e non ne vale la pena.

Date retta a una che ha sperimentato entrambe le possibilità e tornerebbe senza esitazione ai Granada Apartments anche domani :)


  • Mangiare Senza Glutine.

Il mio obbiettivo principale quando viaggio è sempre quello di trovare più luoghi possibili dove gustare piatti sicuri senza glutine per poi poterli condividere con voi.

Ibiza non è un luogo molto informato sulla celiachia e spesso i ristoratori sono molto superficiali e potrebbero chiedervi “Ma le patate le puoi mangiare, vero?”. Ecco, non disperate.

Ringraziate e passate al prossimo ristorante.

NON ABBIATE PAURA DI FARE DOMANDE! NON VERGOGNATEVI!

Ci si vergogna per le cose brutte, non per quello che è un diritto!

È nostro diritto mangiare un piatto in sicurezza.

Dopo aver detto che siete celiaci e aver ottenuto un “nessun problema” come risposta (o qualsiasi variabile che vi assicuri opzioni Gluten Free”) chiedete se sono attenti anche alla contaminazione e specificate che basta preparare il vostro piatto in un ambiente pulito e fare attenzione.

Sicuramente saranno già preparati ma una sicurezza in più fa sempre bene.

Qui vi lascio i miei luoghi del cuore, tutti “approved by Valentina” :)

  • Sa Descuberta” a Portinatx : posto rustico e poco pettinato in cui mangiare una deliziosa paella (consiglio la versione vegetariana) ed essere coccolati con filoncini di pane Gluten Free e salsa Aioli servita a parte.

  • Can Curune/World Family Ibiza Food: un ristorante che è anche un negozio che è anche un luogo di incontro. Nasce dalla famiglia più famosa di Ibiza, quella che si stabilì sull’isola un sacco di anni fa e si fece conoscere per lo spirito libero e l’amore senza confini.

Il posto è delizioso e potrete anche rifarvi gli occhi con un corner in cui viene venduto abbigliamento stupendo!

Qui ho mangiato un gazpacho di barbabietola e avocado a pranzo e durante la domenica sera siamo tornati per la serata Barbeque.

Personale attentissimo e super gentile!

(Il cuoco ha deciso di tagliarmi un avocado tutto per me per essere sicuro di non contaminarlo in qualche modo).

  • Elements Ibiza : sulla spiaggia di Benirras (veniteci il giorno del mercatino così prendete due piccioni con una fava). Chef Italiano che appena è stato informato della presenza di una celiaca al tavolo mi ha mandato a dire dalla caposala di farlo scrivere sulla comanda alla cameriera che si sarebbe occupata del mio ordine, in modo da aver sempre la comunicazione sotto gli occhi ed evitare confusione. Ho mangiato una ricchissima insalata con feta, fragole e funghi.

  • Can Bassetes: si trova a Santa Gertrudis (paesino adorabile). Mi hanno preparato un salmone alla griglia con verdure miste bollite. Ho chiesto se dove venivano bollite le verdure venisse cotto anche altro e mi hanno risposto “ovviamente no! Siamo molto attenti!” E questa è la dimostrazione di come fare una domanda in più possa farci sentire tranquilli e sicuri :) )

  • Oli Restaurante: piccola catena con tre punti vendita sull’isola.

Noi siamo stati in quello a Puig d’en Valls e la cameriera (celiaca anche lei) ci ha detto che ogni cosa sul menù era disponibile senza glutine.

Guardando il menù online ci sono piatti segnalati “Sin Gluten” e altri senza dicitura quindi non so se da un punto vendita all’altra cambi qualcosa perciò CHIEDETE SEMPRE!

Ho preso delle crocchette di formaggio e prosciutto e delle Ptas bravissimas. Tutto buono ma qualità media.

Ovvio, la sicurezza di poter mangiare qualsiasi cosa non ha prezzo quindi ero super felice!


Gli altri pasti li abbiamo fatti a casa perché volevo assaggiare tutte le opzioni senza glutine che avevo scovato nei supermercati.

Vi accorgerete che la scritta "Sin Gluten" è davvero su tantissimi prodotti e vi verrà voglia di assaggiare e sperimentare.

Super consigliate le tortillas di patate in vari gusti e la salsa Aioli pronta da mangiare: che bontà!

Attenzione: se deciderete di andare a prendere un aperitivo sappiate che non funziona come da noi che insieme ai drink arrivano taglieri e stuzzichini. A Ibiza vi arriverà solo il drink sul tavolo quindi scegliete almeno dei bar con una vista spettacolare come Los Enamorados o un baretto sulla spiaggia Petit Arenal di Portinatx.


I MERCATINI:

Dovete assolutamente visitare tutti i mercatini di Ibiza, sono davvero super e troverete un sacco di cose interessanti e particolari da portare a casa.

Qui la lista dei mercati di tutta la settimana.

Lunedì: Las Dalias (dalle 19 alle 00.30)

Martedì: Las Dalias (dalle 19 alle 00.30)

Mercoledì: Hippie Market di Punta Arabizzati (tutto il giorno fino alle 20)

Giovedì: Cala Llonga (dalle 18 a mezzanotte)

Venerdì: Mercati di San Miguel e Santa Gertrudis (la sera)

Sabato: Mercadillo di San Jordi (mercato dell’usato all’interno dell’Ippodromo, dalle 8 alle 15)

Domenica: San Juan (dalle 9 alle 16) e Las Dalias (la sera fino alle 00.30)

Nei mercatini faccio sempre degli acquisti speciali e cerco di acquistare cose che rappresentino il luogo in cui li ho comprati.

Sono tornata a casa con due vestiti, un kimono, un paio di stivaletti indianini spettacolari, portachiavi e braccialetti fatti a mano da regalare.


Cose da vedere:

Ibiza è ricca di angoli mozzafiato e ogni parte dell’isola è raggiungibile in pochissimo tempo.

Organizzatevi una mappa di quelli irrinunciabili e partite alla scoperta!

Dovete sapere che proprio grazie alle sue bellezze al patrimonio culturale che le popolazioni dei Fenici, Cartaginesi, Vandali, Romani, Bizantini, Visigoti, musulmani e catalani hanno lasciato, nel 1999 la “Isla Bianca” è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’umanità dall’Unesco.

Proprio per questo dovete davvero mettere in cammino e andare alla scoperta di più cose possibili.

  • Dalt Vila: la città fortificata che potete percorrere dal centro di Eivissa per poi salire fino in cima alle mura.

  • I paesini di Santa Gertrudis, San Mateu, San Joan, Jesus.

  • La riserva naturale Les Salines

  • Es Vedrà e la sua roccia mitologica dall’energia spettacolare

  • Lo Stonehedge di Cala LLentia

  • La passeggiata sul mare di Santa Eulalia

  • Le calette nascoste che scoverete solo allargando lo sguardo

  • La chiesa di Sant Miquel de Balansat: alzate gli occhi e godetevi lo spettacolo.

Vi ho raccontato tutte le mie cose preferite di quest’isola magica, adesso tocca a voi.

Vi consiglio di affidarvi a Sharewood per l’organizzazione del vostro viaggio e per poter godere a pieno di quest’isola senza nessuna preoccupazione.

Come contattare Sharewood? Così:

Sito:

https://viaggi.sharewood.io/viaggi-senza-glutine/


Mail:

adventure@sharewood.io


Cellulare:

+39 3938934759


Instagram:

https://instagram.com/sharewood.io?igshid=NmZiMzY2Mjc=

Buona avventura bestiette!